Employer Branding

"La reputazione come datore di lavoro di un’azienda, non è un’opzione per la quale poter decidere se dovrà formarsi oppure no. Che lo si voglia o meno, questo è un fattore ineludibile, e ciò, indipendentemente dal fatto di averne coscienza. Questo è un processo in divenire, sul quale si può decidere se farlo caratterizzare dalla casualità o dagli eventi, oppure esserne protagonisti in prima persona nell’orientarlo.” (cit. Radermacher 2013)




Dati di fatto

In futuro la competizione fra le aziende non si limiterà soltanto a una mera questione di prodotto, ma sarà caratterizzata principalmente dalla lotta per attrarre i migliori collaboratori.

Analisti ed esperti concordano sul fatto che la carenza di personale qualificato continuerà ad aumentare anche a causa della tendenza dell’andamento demografico negativo.

Secondo lo studio "Personale qualificato come fattore competitivo" di McKinsey, già nel 2020 all’economia tedesca mancheranno 2 milioni di risorse qualificate ed entro il 2030 il numero salirà all’impressionante cifra di 5,2 milioni.

Questa tendenza riguarda, interessa e coinvolge anche il Sudtirolo così come l’Italia intera.

Ad esempio, secondo il sondaggio Excelsior, il 30% dei profili ricercati in Sudtirolo è classificato come difficile da trovare e selezionare.

Parallelamente, i lavoratori di nuova generazione (Generation Y e Z) stanno diventando molto più esigenti: la “War for Talents” è sempre più orientata verso una cultura d’impresa forte, basata sull'identità e sull'impiego di collaboratori motivati e coinvolti nelle strategie aziendali.

Le menti più brillanti e di talento si orientano verso aziende che siano caratterizzate da una forte reputazione come datore di lavoro (employer branding).

Nel caso entrino in contatto con simili realtà, essi diventano i migliori testimoni dell’azienda stessa, fedeli e positivi nei confronti di chi offre loro opportunità stimolanti e di crescita.

Way to Success

Una reputazione aziendale attraente non si inventa dall’oggi al domani.

Si renderà necessario un processo di piccoli passi, la predisposizione al cambiamento e quindi una strategia a lungo termine.

I collaboratori soddisfatti sono la forza trainante di un’azienda di successo.

Attraverso un ritorno di investimento (ROI) assolutamente sostenibile, si potrà creare la condizione per formare un’elevata reputazione aziendale come datore di lavoro e quindi attrarre più facilmente talenti e personale qualificato.

I collaboratori, in particolare quelli nuovi, che si sentiranno riconosciuti e valorizzati, oltre a diventare protagonisti del suo successo, si indentificheranno sempre di più con l’azienda sentendosi parte attiva e propositiva.

Tutto ciò rappresenterà un sicuro vantaggio competitivo!

La cultura aziendale della sua azienda evolverà con successo e si irradierà all’interno, così come all’esterno dell’impresa.

Un’ottima reputazione aziendale come datore di lavoro influenzerà positivamente e nel tempo anche i suoi clienti.

In questo processo di crescita, vi supporterò al fine di percorrere insieme la “Via del Successo”.

Contact
me!



Scopri di più